VUOTOCICLO

Emilio Laiso

Emilio Laiso nasce nell’anno 1983. Nonostante la giovane età, la sua, “Ascensioni”, è un’opera che ha un sapore di “antico”, nel senso più positivo del termine: nell’uso dei colori, per l’uso della tela di juta, per le sensazioni che evoca, di lontananza dalla moderna società fatta di metropoli…
Un uomo-lupo, un uomo-natura, ma anche un uomo-Cristo, uomo-libertà, che ci si aspetta di vedere fuoriuscire dalla tela da un momento all’altro. L’interpretazione della figura umana/non-umana dell’opera può essere molto varia, ma indubbia è la forza che incarna. L’opposizione tra la luce e le tenebre, oltre la posa tipica dell’ascensione, crea proprio delle tracce che vibrano, piene di forze. Con la visione della tela perdiamo l’attenzione ai bisogni terreni e la spostiamo sulla volontà di dedicarci allo spirito, all’anima.

a cura di Pina Meriano

image host

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: