VUOTOCICLO

Amedeo Sanzone

“L’ arco gotico come segno di un forte anelito spirituale, […] come espressione di una sacralità alla quale aspirare per redimere un malessere del vivere che non scorge nessuna via di sbocco, se non attraverso un’ineffabile misticità” così Amedeo Sanzone descrive la sua opera “Transiti”. Un’opera composta di materiali e colori semplici, ma ricca di tensione. Un’opera apparentemente armonica, ma che nasconde il sentimento di una forte disarmonia. Così con la cuspide, l’artista Sanzone, rappresenta l’espressione più alta della sacralità, il sentimento più forte di redenzione. Opera dinamica, “Transiti” , sita nell’ ingresso di Castel dell’Ovo, è l’opera perfetta per introdurre gli ospiti nelle storie di tanti mondi, fatti di colori, favole, sogni, inquietudine e sacralità.

a cura di Sissy Granata

image host

L’artista Sanzone ci guida verso un mondo sognante già con “Transiti”, ma continua a farlo anche con le due opere “Dioniso” e “Riverberi”. Come dice lo stesso Artista, su queste due opere “lo sguardo corre veloce, scivolando”. Infatti, lo sguardo non riesce a fermarsi lungo queste superfici lucenti e lisce; si sofferma sulle luci fatte di swaroski, ma solo un attimo, perché subito si è portati a cercare altre luci, altri piccoli dettagli che si immaginano nascosti tra gli ammalianti colori del rosso e del blu. Questi piccoli elementi incastonati, infatti, sono capaci di catturare la luce e rifletterla, ma soprattutto di dare più risalto allo spazio pittorico da cui sono circondati: sono elementi materiali, fisici, che però rappresentano un portale attraverso il quale raggiungere pensieri altri, coscienze altre. Più che il quadro stesso, sono gli ambienti nei quali sono collocati e i fruitori a rappresentarne la più intima essenza. Per usare le parole di Amedeo Sanzone: <<Sono le immagini riflesse di ciò che lo circonda, le diverse atmosfere luminose che scorrono lungo l’arco di una giornata, i fruitori che si soffermano a guardarlo o semplicemente a passargli accanto ad entrarci dentro e a farlo vivere di continuo e a farlo rinascere sempre a nuove evanescenze di colori, a nuova vita.>>

a cura di Pina Meriano

image host image host image host

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: