VUOTOCICLO

Bianco/Nero

Il bianco è il simbolo della perfezione trascendente, dell’amore, dell’innocenza, della luce e della purezza. Il nero è il simbolo dell’oscurità primordiale, del vuoto, delle tenebre, del dolore e della tristezza. Eppure sin dai tempi antichi sono associati per configurare l’antitesi per eccellenza, la vita e la morte. Bianco e nero: se non esistesse l’uno non avrebbe significato nemmeno l’altro. Su tale contrapposizione si basano le opere presenti nella sezione Bianco e Nero, come il trittico realizzato da Luigi Fancischello, Mongs 1-2-3, che rivela la grande sensibilità sociale dell’artista verso la sindrome di down, oppure Progetto in bianco e nero di Enrico Bovi che emoziona per l’intenzione dell’autore di ritornare ad una dimensione oramai andata persa. Se Bovi ripensa ad un passato nostalgico, Armando Santelli in Me stessa perfetta offre una chiave di lettura della nuova realtà digitale dove ogni uomo è condannato a portare, come un marchio sulla pelle, un proprio “codice a barre” che lo rende sempre più un Homo Cyborg. La contrapposizione bianco-nero, vita-morte,  è presente anche nella scultura di Roberta Gherardi, Resurgo, il cui titolo esprime la rinascita del materiale utilizzato per realizzare l’opera, ovvero i sacchetti della spazzatura, che grazie a questo nuovo utilizzo possono tornare in vita. La vita che vince sulla morte…la rinascita.

a cura di Aurora Giacco

image host

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: