VUOTOCICLO

8 novembre 2013: la giornata performance

La giornata si aprirà con la consegna della borsa d’artista dedicata a Silvia Croce che verrà consegnata al vincitore di quest’anno. A seguito verrà proiettato un video dell’artista stesso in conclusione della cerimonia. Il punto forte della giornata saranno perà e performance che impreziosiranno l’esperienza degli eventi Vuotociclo di quest’anno.

ECCO L’ELENCO DELLE PERFORMANCE

L’ORA D’ARIA

“L’ora d’Aria” è un’associazione culturale che lavora nell’ambito delle arti audiovisive occupandosi, nello specifico, di produzioni cinematografiche, teatrali e musicali.
Lo scopo dell’associazione è la diffusione di una “libertà intellettuale” attraverso la sperimentazione e la didattica dei diversi canali comunicativi ponendosi in maniera trasversale e indipendente rispetto ai canoni dei sistemi che governano il mondo dell’arte. “L’ora d’Aria” collabora con importanti produzioni cinematografiche indipendenti come l’APC Production e con etichette musicali come “Materia Principale”. Lo staff del “l’ora” è variegato e multidisciplinare, le attitudini degli esperti spaziano tra il teatro alla scrittura drammaturgica, dalla musica alle nuove tecnologie per l’arte fino alle discipline plastiche e pittoriche.
Ecco perché l’associazione organizza laboratori e piani accademici completi e multidisciplinari predisposti e adattati per diverse età e contesti sociali.

MATTANZA E AUTORITÀ

La sopraffazione, il dominio, la violenza, l’ignoranza, la sete di possesso, il controllo anche delle fisiologie umane, l’imbarbarimento degli uomini che tutelano la non libertà, i tutori della legge, dello Stato, e della cosa sporca che ci ostiniamo a definire Repubblica e Democrazia. L’unica democrazia è quella del manganello. Dell’offesa dell’uomo sull’uomo. Che garantisce il dominio dell’uomo sull’uomo. Che schiaccia in difesa dei governi, uomini blu su uomini rossi, neri, gialli, cattolici, cianotici, indipendenti, disobbedienti, disoccupati, dinoccolati, dipendenti, lavoratori, operai e tante altre forme di oppressi. La libertà è forse rendere chiaro questo schiacciamento. Aprire i carceri e renderne trasparenti i muri. Vedere com’è che si lascia morire un uomo di fame, di abusi sessuali, di botte o di depressione. La pace è grande come una balena, perchè c’è sempre più gente pacifica, ma la guerra anche se è di pochi la squarta nella solita mattanza quotidiana. I passi di Carola Venditti, la voce di Teresa Malacario, i testi e le creazioni visive di Marco Coppola cercheranno di raccontare tutto questo.

MARCO BRAGAGLIA

Laureato con il massimo dei voti all’Accademia di belle arti, nasce artisticamente come allievo di Allan Kaprow. Artista dai poliedrici interessi e dai numerosi riconoscimenti, parte dalla pittura per poi discostarsene, avvicinandosi alla regia teatrale e cinematografica, alla video arte, alla scrittura, all’editoria, ed approdare infine alla pubblicità. Art director e regista nel gruppo Fornari, pone la firma su alcuni dei più importanti spot del marchio “Fornarina”, con testimonial del calibro di Lindsay Lohan, Martina Stella e la modella Ana-Beatriz Barros, protagonista, quest’ultima, del primo Fashion-spot al mondo in 3D. Ideatore e regista delle sei edizioni del “Fornarina Urban Beauty”, fondatore della compagnia teatrale “Gotham Project” ha praticamente percorso tutte le vie dell’arte. Ma chi percorre molta strada, prima o poi sente il bisogno di ritornare alle origini, ed è per questo che Marco Bragaglia, riaccostandosi al suo vecchio amore per il disegno, crea il progetto “Love Kills Slowly”, in cui il live digital drawing si accompagna alla musica live e al reading di brevi storie scritte dallo stesso regista. Un ritorno alle origini con la consapevolezza che esperienze passate arricchiscono e fanno rivedere sotto nuova luce vecchi amori. Questo l’orizzonte interpretativo di “Love Kills Slowly”, e questa la testimonianza di Bragaglia che, per la prima volta in “Vuotociclo”, propone “Monochrome” accompagnato dalla musica del DJ Pietro Pettinari e dalla interpretazione data al reading ad opera di Antonio Lucarini, attore e caratterista dal piglio ironico-satirico. Una performance nuova ed inedita di quel progetto ambizioso di arte a tutto tondo che è LKS.

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata il novembre 6, 2013 alle 11:23 pm. È archiviata in Uncategorized con tag , , , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Segui tutti i commenti qui con il feed RSS di questo articolo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: