VUOTOCICLO

LE CENERI DELLA FENICE

LE CENERI DELLA FENICE
Post fata resurgo (“dopo la morte torno ad alzarmi”)

Uccello sacro favoloso, la Fenice viene descritta con l’aspetto di un’aquila reale e un piumaggio dal colore splendido: collo e testa dorate, rosse le piume del corpo e azzurra la coda con alcune penne rosate, ali d’oro e di porpora, lunghe piume erette in cima alla testa o che le scivolano dolcemente giù dal capo.
Ma cos’è la Fenice? È un simbolo sacro, una leggenda, un mito riconosciuto in tutte le culture orientali e occidentali sin dai tempi antichi.
L’aura sacra e mistica legata alla leggenda della Fenice è dovuta allo straordinario miracolo della sua rigenerazione. Si narra, infatti, che al termine del suo ciclo di vita che dura all’incirca cinquecento anni, la Fenice si costruisca un nido a forma di uovo intrecciando i ramoscelli delle più pregevoli piante balsamiche e vi si adagi sopra lasciandosi incendiare dai raggi del sole e consumare dalle sue stesse fiamme, intonando una canzone melodiosa e incantevole al pari del canto più seducente delle sirene.
Cosa resta delle ceneri della Fenice? Una nuova e ancor più splendida creatura, rinata dal rosso fuoco distruttore e rigeneratore.
La Fenice che vola e si rigenera in sfumature variopinte e scintillanti quanto le sue piume è, per questo, riconosciuta in tutto il mondo come un simbolo di morte e resurrezione
Anche i padri della Chiesa accolsero la tradizione sulla Fenice facendone il simbolo della resurrezione della carne:
“Il nostro Signore Gesù Cristo mostra le caratteristiche di questo uccello, dicendo: ‘Io ho il potere di interrompere la mia vita e di riprenderla’ (Giovanni, 10-18). Il nostro Salvatore discese dal paradiso riempiendo le sue ali con la fragranza del Vecchio e del Nuovo Testamento, Egli offrì se stesso a Dio suo Padre per la nostra salvezza sull’altare della Croce, e nel terzo giorno resuscitò. […] Perciò la Fenice è il simbolo della resurrezione, non è un esempio di uccello, ma un esempio per l’uomo”.
(tratto dal testo autentico di un Bestiario Medioevale)

Su questa straordinaria leggenda dell’animale sacro simbolo di rinascita e resurrezione verte il nuovo tema della mostra Vuotociclo arrivata alla sua III edizione: LE CENERI DELLA FENICE. Questo nuovo tema, infatti, riguarda la rinascita considerata da tutti i punti di vista: emotiva, sociale, la capacità di reinventarsi e di riciclare… Tutte esperienze che verranno trattate dagli artisti aderenti alla mostra attraverso le loro opere che saranno esposte dal 5 al 20 ottobre nella splendida cornice di Castel dell’Ovo, Napoli.

a cura di Aurora Giacco

Fonti di riferimento:
Mantova.Bloog.it
Il Fisiologo (bestiario medievale in latino), IX

Annunci
Questa voce è stata pubblicata il settembre 20, 2012 alle 5:32 pm ed è archiviata in Uncategorized. Aggiungi il permalink ai segnalibri. Segui tutti i commenti qui con il feed RSS di questo articolo.

Un pensiero su “LE CENERI DELLA FENICE

  1. I go to see every day a few sites and blogs to read articles, except this webpage provides quality based articles.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: